Consigli e piccoli trucchi Lifestyle

Lo sciroppo di tarassaco: un amico del benessere della gola e un aiuto naturale contro la tosse

sciroppo di tarassaco
Scritto da ifmadmin

Lo sciroppo di tarassaco è un alleato del benessere del nostro organismo. Un aiuto naturale per combattere la tosse e un dolcificante sostitutivo del miele.

Lo sciroppo di tarassaco è un prezioso amico della salute, che si può preparare in casa in semplici passaggi. Perfetto per combattere mal di gola e tosse, è ottimo come sostituto del miele, per dolcificare tè, tisane e molto altro.

sciroppo di tarassaco

FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/photos/dente-di-leone-lo-sciroppo-lactarius-2304006/

La ricetta dello sciroppo di tarassaco

Chiamato anche miele di tarassaco, per via della sua somiglianza con l’originale; in realtà, questo sciroppo dolce non viene prodotto dalle api.

Il suo utilizzo è, in primo luogo, legato al benessere dell’apparato respiratorio. Aiuta infatti a proteggere la salute della gola e a combattere la tosse.

In realtà è anche molto appetitoso. Questa salsa dolciastra, infatti, può essere portata in tavola in abbinamento ad un tagliere di formaggi, per esaltarne il sapore.

Ingredienti

  • 70 g di infiorescenze di dente di leone o tarassaco, ovviamente private del gambo
  • 500 ml di acqua
  • la scorza di mezzo limone
  • il succo di 1 limone
  • 300 g di zucchero integrale di canna
dente di leone

FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/photos/baviera-algovia-nubi-primavera-746584/

Procedimento

Iniziamo con il mondare i fiori di tarassaco appena colti, privandoli delle parti appassite e del gambo.

Li laviamo accuratamente e li disponiamo su di un canovaccio di lino, per farli asciugare leggermente.

In una pentola dai bordi alti mettiamo mezzo litro di acqua del rubinetto e portiamo a bollore.

Aggiungiamo i fiori di dente di leone, la scorza di mezzo limone, tagliata grossolanamente e privata della parte bianca, perché amara. Poi, aggiungiamo anche il succo di limone.

Lasciamo sobbollire per circa 40 minuti, al termine dei quali procediamo filtrando il liquido ottenuto, con un colino a maglia stretta.

Eliminiamo la parte di infiorescenze e limone e rimettiamo sul fuoco il composto filtrato, aggiungendo lo zucchero di canna.

Mescoliamo accuratamente e riportiamo a bollore, fino ad ottenere uno sciroppo della consistenza, oltre che del colore, del miele.

Ci vogliono circa due ore.

Lasciamo quindi raffreddare e travasiamo i barattoli a chiusura ermetica.

Il “finto” miele di tarassaco è quindi pronto per essere consumato, anche soltanto su di una fetta di pane integrale tostato.

FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/photos/dente-di-leone-lo-sciroppo-lactarius-2304006/

FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/photos/baviera-algovia-nubi-primavera-746584/

Notizie sull'autore

ifmadmin

Biologa, assistente all'infanzia, studiosa di nutrizione e mamma golosa.

Amo definirmi un miscuglio eterogeneo: versatile, sportiva e amante del buon cibo; sempre pronta a modificare le mie abitudini per vivere al passo con i tempi, seguendo le esigenze della mia stupenda famiglia.

Lascia un commento