Consigli e piccoli trucchi Lifestyle

Le proprietà fitoterapiche dei carciofi: ortaggi ricchi di qualità salutistiche

carciofo in fitoterapia
Scritto da ifmadmin

Le proprietà fitoterapiche dei carciofi fanno sì che questi ortaggi, grazie alle sostanze in essi contenute, possano essere utilizzati come rimedio naturale, per il nostro benessere.

Molteplici sono i benefici che si possono trarre dalle proprietà fitoterapiche dei carciofi, già conosciute dagli antichi Greci e Romani.

foglie del carciofo

FONTE FOTO: Immagine di Helger11 su Pixabay

Le proprietà medicinali contenute all’interno delle foglie del carciofo

Mentre sulle nostre tavole compaiono generalmente le infiorescenze del carciofo, in ambito medicinale, le vere protagoniste sono le foglie, e più precisamente quelle “caulinari”; all’interno delle quali sono racchiuse molte sostanze benefiche per l’organismo.

Si tratta della cinarina, dei tannini, dei flavonoidi e degli steroli, in grado di esercitare un’azione protettiva sul fegato e sulle sue funzioni.

Infatti, le qualità salutistiche dei carciofi, a livello fitoterapico, si manifestano principalmente sull’apparato digerente e su quello cardiovascolare.

Grazie alle sue proprietà diuretiche e drenanti, il carciofo agisce migliorando la circolazione sanguigna e andando a combattere gli inestetismi della tanto odiata cellulite.

La medicina naturale sfrutta le loro proprietà per proteggere la cistifellea ed il fegato. Grazie alle sue caratteristiche depurative, inoltre, i suoi estratti possono essere utili per curare disturbi come la nausea, il vomito e le intossicazioni alimentari.

Si viene così a creare un equilibrio efficace e benefico tra nutrienti, fondamentale per la nostra salute.

protezione

FONTE FOTO: Immagine di silviarita su Pixabay

Anche la salute di unghie e capelli ne trae beneficio.

Le foglie di carciofo in cucina

Le foglie dei carciofi possono essere usate anche in cucina, per preparare piatti salutari e gustosi al tempo stesso. Ad esempio, per una vellutata saporita; oppure in un minestrone di verdure miste; o ancora in un risotto o in una golosa frittata cotta al forno.

Sarebbe quindi un vero peccato eliminarle e buttarle via. Utilizziamole invece con saggezza ed un pizzico di originalità, per scoprire nuovi sapori ricchi di salute e benessere.

Infine, anche il gambo dei carciofi può essere consumato crudo, dopo aver eliminato la parte esterna più coriacea. Perfetto per un’insalata mista primaverile!.

FONTE FOTO: Immagine di Helger11 su Pixabay

FONTE FOTO: Immagine di silviarita su Pixabay

Notizie sull'autore

ifmadmin

Biologa, assistente all'infanzia, studiosa di nutrizione e mamma golosa.

Amo definirmi un miscuglio eterogeneo: versatile, sportiva e amante del buon cibo; sempre pronta a modificare le mie abitudini per vivere al passo con i tempi, seguendo le esigenze della mia stupenda famiglia.

2 Commenti

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere utili consigli, ed un regalo speciale!

farina